Novità RC auto: legge Bersani valida anche per i conviventi



Legge Bersani assicurazioni auto e motoUna delle norme più importanti nel settore delle assicurazioni auto è, senza dubbio, la Legge Bersani. Con questa legge, risalente al 2007, è possibile porre in essere un’assicurazione su un veicolo (nuovo o usato) di cui si è entrati in possesso andando ad acquisire la stessa classe di merito di un veicolo di proprietà dell’acquirente, o di uno dei membri della propria famiglia con cui si convive, già assicurato.

Con questa norma, quindi, è possibile sfruttare la classe di merito più vantaggiosa di un altro veicolo per assicurarne uno nuovo, andando così a risparmiare in modo sostanziale sul premio assicurativo che, soprattutto in alcune regioni italiani, può essere molto elevato. Ricordiamo che per ridurre i costi assicurativi della propria auto o del proprio motoveicolo è possibile individuare la migliore proposta disponibile sul mercato confrontando i preventivi disponibili sui comparatori per assicurazioni auto e moto in grado di offrire un’ampia panoramica di soluzioni per risparmiare.

Nel prossimo futuro, la Legge Bersani potrà essere estesa anche ai partner uniti da unioni civili e alle coppie di fatto. Anche i conviventi, quindi, potranno sfruttare i vantaggi derivanti dalla Legge Bersani sulle assicurazioni. La proposta attuale, lanciata dall’Ivass, è in consulta sino al prossimo 24 febbraio e potrebbe diventare realtà nel corso del 2018. L’obiettivo è eliminare il presupposto del regime legale di comunione dei beni e la parola “coniuge” al fine di incrementare il numero di utenti che possono sfruttare la legge in questione per risparmiare.

Nei prossimi mesi potrebbero registrarsi diverse novità. Oltre ai conviventi, infatti, i vantaggi della Legge Bersani potrebbero essere resi disponibili anche per chi guida un’auto intestata ad un portare di handicap, a chi usa auto in leasing o sfruttando la formula del noleggio al lungo termine ed ai conviventi che ereditano un veicolo. Le novità in questo settore potrebbero, quindi, essere notevoli. Grazie a queste nuove norme, il numero di utenti che sarà in grado di risparmiare sul costo dell’assicurazione potrebbe aumentare in modo consistente. Ulteriori dettagli sull’argomento dovrebbero emergere nei prossimi giorni o, al massimo, nelle prossime settimane.

Auto tuning e assicurazioni cosa cambia?



Costi assicurazioni tuning autoIl tuning di un’autovettura consiste in una serie di modifiche che il proprietario può far applicare al proprio veicolo per modificarne le prestazioni e l’aspetto ed aggiungere nuove funzioni. Si tratta, quindi, di una serie di interventi che vanno a modificare un’auto rispetto allo standard di produzione garantito dall’azienda che ha realizzato la vettura. Sul mercato ci sono numerose aziende che offrono interventi di tuning per le auto ed, in particolare, per i modelli più sportivi che vengono personalizzati con tante modifiche ai componenti tecnici, alla carrozzeria ed agli interni.

Un intervento di tuning va ad influenzare, in modo inevitabile, il costo dell’assicurazione per una determinata autovettura. Ricordiamo che per ridurre al minimo il costo della polizza RC Auto e delle varie polizze aggiuntive è possibile confrontare i preventivi tramite un affidabile comparatore per assicurazione auto.

In Italia, il tuning auto non viene regolamentato in modo preciso dalla normativa e le varie compagnie assicurative trattano in modo differente la questione e districarsi in modo completo non è certo semplice. Prima di scegliere una polizza RC Auto per la propria auto che ha registrato o registrerà in futuro interventi di tuning è, quindi, necessario valutare con attenzione diversi aspetti.

Il primo fattore da tenere in considerazione è legato alla tipologia di modifiche effettuate sul veicolo. Tali modifiche, infatti, devono essere omologate rispettando i canoni di sicurezza.  Un veicolo che non rispetta i canoni di sicurezza, infatti, non viene ritenuto idoneo per la circolazione su strada e, quindi, qualsiasi tipo di danno non è risarcibile dalle assicurazioni. Gli interventi di tuning di natura estetica e tecnica non comportano, in linea generale, problemi per quanto riguarda la circolazione.

Il proprietario di un veicolo che ha registrato un intervento di tuning deve, in ogni caso, comunicare alla motorizzazione le modifiche effettuate che andranno indicate sul libretto di circolazione. Si tratta di un aspetto molto importante da non sottovalutare quando si decide di effettuare degli interventi di tuning sulla propria vettura.

Da notare, inoltre, che alcune modifiche alla vettura possono essere considerate da una determinata compagnia assicuratrice come causa principale di un sinistro. In tal caso, un eventuale risarcimento potrebbe non essere erogato. In particolare, a rientrare in questa categoria sono le modifiche alle gomme o interventi di natura tecnica effettuati al motore (spesso il tuning comporta un incremento dei CV). In caso di incidente, quindi, è sempre consigliabile avere a disposizione la documentazione completa delle modifiche tecniche effettuate che potrebbero risultare particolarmente utili in sede di perizia.

In molte situazione, quando si deve assicurare un’auto che ha registrato interventi di tuning può risultare particolarmente conveniente sottoscrivere una polizza Kasko che, come noto, va a coprire qualsiasi tipo di danno registrato dalla vettura, a prescindere dalle responsabilità del conducente durante un sinistro stradale. La polizza Kasko, in forma completa e non nella sua versione Mini Kasko che offre una copertura più limitata, può risultare particolarmente conveniente quando il valore della propria auto è molto elevato e il kit di personalizzazione del tuning presenta anch’esso un costo consistente.

Come detto in precedenza, non essendoci una regolamentazione precisa sulla questione, quando si deve assicurare un veicolo che ha registrato personalizzazioni tecniche ed estetiche after market, risultando quindi differente rispetto alle condizioni garantire dal produttore, è opportuno valutare con estrema attenzione le varie proposte assicurative e tutelarsi massimizzando le coperture.