Una polizza responsabilità civile per tutelare la professione



Coperture assicurative RC professionaliObbligatoria ormai dall’ agosto del 2013, per i professionisti iscritti a un ordine, la polizza RC professionale rappresenta una garanzia importante per svolgere serenamente la propria attività.

L’obbligatorietà della Polizza di Responsabilità Civile Professionale è dettata dal Decreto Legislativo 138 del 13 agosto 2011 convertito in Legge n. 148/2011,  entrata in vigore nel 2013 a causa di due successive proroghe.

L’obbligatorietà considera anche quei professionisti che non dispongono di un albo ma intendono iscriversi ad un’associazione di categoria, aggregazione che per l’accesso richiede la sottoscrizione di una polizza come requisito base.

Per alcune categorie quali medici, farmacisti e veterinari il termine è stato prorogato di un anno ma, dall’ agosto del 2014, anche per loro è scattato l’obbligo. La mancata sottoscrizione dell’assicurazione fa correre al professionista il serio rischio di ricevere sanzioni, applicate direttamente dall’ordine professionale al quale risultano iscritti. Nei casi più gravi, e soprattutto dopo aver ricevuto diversi solleciti, la mancata sottoscrizione di un’assicurazione  può portare anche alla radiazione dall’albo stesso.

Dal provvedimento attualmente restano fuori i giornalisti, anche se regolarmente iscritti all’albo di categoria. Nel loro caso l’Ordine Nazionale ha semplicemente consigliato la sottoscrizione di una polizza, assolutamente facoltativa, studiata appositamente per la categoria.

L’assicurazione di responsabilità civile professionale prevede la copertura delle perdite patrimoniali subite da terzi, in conseguenza di errori od omissioni nell’esercizio dell’attività svolta da professionisti ma anche da società che realizzano servizi professionali. I professionisti, indipendentemente dal tipo di attività esercitata, non possono mai considerarsi completamente al riparo dal rischio di incorrere in azioni legali. Per quanto possano svolgere correttamente il loro lavoro sono pur sempre esposti all’opinione dei clienti e alla valutazione soggettiva del loro lavoro.

Le tante compagnie assicurative presenti sul mercato offrono una vasta gamma di proposte, studiate appositamente per medici e personale sanitario, avvocati, progettisti e geometri, architetti e ingegneri, commercialisti e consulenti del lavoro. Proposte che offrono soluzioni personalizzate, flessibili e adattabili al livello di esperienza maturata dal professionista nell’arco del percorso lavorativo.

Una polizza professionale può considerarsi adeguata se a corredo viene proposta la compilazione di

un questionario chiaro e completo dal punto di vista dei contenuti. Inoltre devono essere indicati espressamente i limiti di copertura, l’indicazione del massimale per sinistro e la franchigia, laddove è prevista.

Non devono mancare dettagli specifici sulla retroattività della polizza, che di norma è preferibile sia  anche postuma, per una copertura futura. Per sottoscrivere la polizza più adeguata il professionista può fare ricorso ai comparatori on line, che garantiscono una ricerca ampia e veloce.

Rivoluzione assicurazioni online: la gestione polizze e risarcimenti avviene dal web



Assicurazioni online autoIn Italia bisognerà abituarsi presto alla gestione delle polizze e dei risarcimenti online, da internet, smartphone e tablet. Tutto ebbe inizio con la nascita delle assicurazioni online, e prosegue attualmente (grazie al successo delle stesse) con decisioni governative e legislative che rivoluzioneranno per sempre il mondo assicurativo, come la dematerializzazione del tagliando cartaceo e dell’attestato di rischio.

I documenti assicurativi, rispettivamente attestanti il possesso di una polizza in corso di validità e la classe di merito raggiunta, diventerannotelematici. La data fissata dal Governo per l’abbandono del “cartaceo” è il 18 ottobre 2015, momento a partire dal quale, chi acquisterà l’Rc auto e l’Rc moto, riceverà esclusivamente via email l’attestato di rischio. Il tagliando assicurativo, che diventerà anch’essoelettronico, sostituirà il talloncino da anni esposto sul parabrezza, e grazie ad un sistema fatto di connessioni e banche dati, sarà sfruttato dalle Forze dell’Ordine per effettuare controlli più efficaci su revisioni, mancanza di Rca e furti di vetture.

La rivoluzione assicurativa partita dal web però non si ferma qui, e coinvolge tutti gli aspetti della gestione polizze. Merito di un’applicazione ideata da Euresa (Associazione delle Imprese Europee di Mutua Assicurazione e Cooperative), anche il CID a breve potrà essere compilato e trasmesso online, mentre videocamere installate davanti ai veicoli consentiranno alle compagnie di ricostruire le dinamiche dei sinistri per scongiurare le frodi.

Le polizze online Rc auto ed Rc moto permettono già una gestione facilitata delle assicurazioni.

Oggi i preventivi assicurazioni possono essere scovati online grazie ad utili portali di comparazione (come SosTariffe.it), dai quali acquistare in un solo click l’Rca al prezzo migliore del mercato. Dopo l’acquisto i documenti assicurativi vengono trasmessi via email, corredati su richiesta dalla polizza provvisoria per chi si avvicina alla scadenza dell’assicurazione. Chi è già munito di Rc auto online usufruisce inoltre di tutta la comodità di una gestione in tempo reale della polizza, potendo modificare anche da smartphone e tablet le caratteristiche dell’assicurazione, eventualmente sospendendola, prolungandola (in caso di Rca provvisoria) e rinnovandola.

Infine, anche l’aspetto che più interessa gli automobilisti e i motociclisti, ovvero la richiesta risarcimenti, è agevolato, potendo presentare domanda di indennizzo in un solo click grazie ad apposite applicazioni delle compagnie per dispositivi mobili.