Quanto costa mantenere un’auto tra assicurazione e spese varie?



A volte mantenere la propria auto è come le tasse, non si sa mai quanto costa.

Federconsumatori ha diffuso dei dati allarmanti che riguardano il mantenimento di questo fondamentale mezzo di trasporto per tantissimi italiani. Le cause sono un incremento generalizzato di tutto!

Con l’aumento del costo della benzina in Italia (la colpa non è del petrolio!) sono aumentati anche i costi per mantenere il mezzo da un meccanico dato che qualunque ricambio si muove su gomma. La stessa benzina incide moltissimo sugli spostamenti, e a questo si è aggiunto l’aumento dei pedaggi autostradali e gli aumenti assicurativi.

Contando tutte le spese sopra riportate, il costo medio annuo per la gestione di un’auto è aumentato di circa 600 euro rispetto il 2011. Mediamente una polizza assicurativa RC Auto costa 780 euro, e l’esborso di carburante è mediamente di 500 euro. Attenzione, parliamo sempre di costi medi!

Dobbiamo anche dire che gli aumenti non riguardano solo le auto, ma anche cibo in generale e tasse varie aumentate o aggiunte (vedi IMU ecc.)

Il decreto legge varato di recente obbliga le imprese a presentare non meno di 3 preventivi provenienti da altre fonti in modo da garantire trasparenza delle transazione, costo ridotto del premio e note informative chiare.
In questo modo è più facile cogliere al volo le assicurazioni più convenienti, anche se bisogna tenere sempre gli occhi ben aperti data la consuetudine di alcune società assicurative di praticare un prezzo molto basso che verrà alzato l’anno seguente.

Come sempre fa fede la classe di merito acquisita ma sempre più automobilisti si lamentano del fatto che spesso si viene letteralmente sbattuti fuori dalla proprio assicurazione nel caso in cui si effettuano due incidenti con colpa entro 12 mesi; a volte succede con un solo incidente!

Spesso è difficile far calare il costo di una polizza, anche togliendo polizze accessorie come il furto e incendio, o una minicasco, ecc.